Al fine di sostenere il settore del mobile, in grave crisi negli ultimi anni, e per promuovere l’efficientamento energetico delle abitazioni, tramite la riduzione dei consumi di energia elettrica, è stato rinnovato il c.d. Bonus mobili ed elettrodomestici” anche per l’anno 2020. Questo beneficio fiscale dà la possibilità a coloro che nell’anno 2019 hanno acquistato mobili o grandi elettrodomestici di detrarre nella dichiarazione dei redditi il 50% delle spese sostenute, in dieci quote annuali, fino a un massimo di 10.000 €.

Ci sono due macrocategorie di beni che vengono agevolate:

  • arredi (cucine, librerie, tavoli, armadi, credenze, letti, materassi, poltrone, divani)
  • grandi elettrodomestici (frigoriferi, stufe elettriche, forni, microonde, piani di cottura, lavastoviglie, lavatrici, asciugatrici, ventilatori elettrici, ecc.) di classe energetica pari o superiore ad A+ (tranne per i forni e le lavasciuga, che sono ammessi alla detrazione anche se di classe energetica A).

Tali spese sono detraibili a patto che i pagamenti siano eseguiti attraverso metodi tracciabili, come il bonifico bancario o postale, la carta di credito o bancomat. Non si ha, in alcun caso, diritto alla detrazione se il pagamento viene effettuato in contanti o tramite assegno circolare.

La “conditio sine qua non” per usufruire dell’agevolazione è che il contribuente abbia eseguito, sullo stesso immobile a cui sono destinati gli arredi, dei VERI lavori di manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia o restauro e risanamento conservativo e che, per tale intervento, abbia usufruito della detrazione. In altri termini, le spese per i mobili e gli elettrodomestici sono detraibili solo se “agganciate” ai lavori sopraindicati e gli stessi siano imputati al rigo E41 del modello 730.

Ciò significa che, se il contribuente è in possesso di un titolo abilitativo, che certifica che i lavori di manutenzione straordinaria sull’immobile, di cui è proprietario, sono iniziati a dicembre 2017, lo stesso non potrà usufruire di questo bonus nel 2019.

Per ulteriori chiarimenti, rivolgetevi a Ristoaffari S.r.l., un team giovane, ma altamente specializzato vi fornirà tutti i dettagli del caso.

Buoni acquisti con Ristoaffari!