Login

Register

Login

Register

 

La catena di supermercati Asda chiuderà il giorno di Santo Stefano come parte di un ringraziamento al personale che ha lavorato durante tutta la crisi del coronavirus.

I sindacati hanno chiesto ai principali supermercati di dare a tutto il personale il giorno libero il 26 dicembre. Asda segue i rivenditori tra cui Marks & Spencer, Pets at

Home, e il negozio di giocattoli The Entertainer in chiusura. Sainsbury’s ha detto che prevedeva di aprire i negozi il giorno di Santo Stefano, ma che la maggior parte del personale avrebbe avuto il giorno libero.

I supermercati hanno visto un’enorme richiesta, soprattutto per i servizi online, oltre a rimanere aperti durante i periodi di chiusura, mentre altri rivenditori e aziende del settore alimentare e delle bevande hanno dovuto chiudere. Come parte di un ringraziamento al personale per il lavoro svolto durante la pandemia, Asda ha detto che tutti i suoi 631 negozi avrebbero chiuso per due giorni durante le vacanze di Natale. Il personale di prima linea otterrà anche il 100% del suo diritto al bonus, indipendentemente dal fatto che abbia raggiunto o meno le quote di vendita.

Covid: il Natale arriva presto come “record di vendite di alimentari” a novembre L’amministratore delegato dell’Asda, Roger Burnley, ha detto in un messaggio allo staff: “Questo è stato un anno impegnativo e tutti voi avete fatto un lavoro incredibile, continuando a servire i nostri clienti e le nostre comunità e destreggiandovi tra tanti altri impegni. “Ma è stato anche impegnativo dal punto di vista personale, perché non siamo stati in grado di passare del tempo con le nostre famiglie e i nostri amici, il che è stato difficile per tutti noi. Questo è naturalmente il periodo più impegnativo dell’anno, ma era importante per noi darvi, soprattutto alla maggior parte, l’opportunità di trascorrere questo tempo con i vostri cari che forse non avete visto per molti mesi, quindi, solo per quest’anno, non riapriremo i nostri negozi fino al 27 dicembre”.

Il sindacato della GMB ha detto di aver “chiesto ad Asda di concedere alla famiglia dei loro eroi una pausa durante il periodo natalizio, quindi siamo molto contenti che abbiano accettato le nostre chiamate”. Roger Jenkins, ufficiale nazionale della GMB, ha detto: “E’ un peccato che questo non sia un giorno di ferie extra; i lavoratori dovranno prenotare un giorno di ferie annuali. “Ma è un passo nella giusta direzione e GMB ora invita il resto del settore del commercio al dettaglio a seguire l’esempio e a ripagare questi lavoratori, con la possibilità di trascorrere questo giorno di chiusura con i loro cari”.

Asda si unisce ai rivali per ripagare i danni del Covid.

Il sindacato Usdaw, che rappresenta i lavoratori dei negozi, ha anche chiesto a tutti i rivenditori di chiudere le porte al fatidico : giorno di chiusura . Il segretario generale di Usdaw, Paddy Lillis, ha dichiarato alla fine di novembre: “Con il paese in crisi come nessun altro nella nostra vita, i lavoratori del commercio al dettaglio e della distribuzione si sono fatti avanti e hanno potuto portare il pane su tutte le nostre tavole… Quando gli altri stavano al sicuro a casa, loro sono usciti a lavorare. “L’unico modo per garantire loro una pausa decente a Natale è che i negozi di alimentari chiudano per il giorno di chiusura “, ha detto. Tuttavia, il gigante dei supermercati Sainsbury’s, che ha una vasta rete di convenience shop e di punti vendita più grandi, ha detto mercoledì che i suoi supermercati rimarranno aperti, anche se con orari ridotti. “Stiamo reclutando più colleghi che mai nella nostra attività, in modo da poter dare al maggior numero possibile di persone il tempo libero che hanno chiesto”. Questo include 12.000 colleghi temporanei per sostenerci questo Natale”, ha detto un portavoce di Sainsbury.

“Per i colleghi che l’hanno richiesto, abbiamo fatto in modo che possano prendersi almeno due giorni di vacanza consecutivi a Natale”, ha aggiunto il portavoce. Sainsbury’s ha detto che i clienti si aspettavano che i suoi negozi fossero aperti il giorno di Santo Stefano per poter fare il pieno di cibo fresco. Inoltre ha detto di aver ridotto le ore, il 26 dicembre dopo le richieste del personale, e di aver cercato di dare il giorno di Santo Stefano libero quando i membri del personale lo hanno richiesto. Infine, ha detto di aver effettuato due pagamenti di ringraziamento al personale quest’anno.