Login

Register

Login

Register

 

Save Mart prevede di testare i robot di inventario autonomi di Simbe Robotics in sette supermercati della catena alimentare nel nord della California, le aziende lo hanno annunciato in un comunicato stampa in questa settimana . I robot, noti come “Tally”, saranno utilizzati per la scansione degli articoli sugli scaffali dei negozi in tre sedi Save Mart e una sede FoodMaxx nella zona di Modesto, California; due negozi Lucky California a Dublino e San Ramon, California; e un’altra sede FoodMaxx a Tracey, California.

Save Mart ha annunciato di pilotare i dispositivi autonomi di scansione della corsia mentre i droghieri dovranno testare una varietà di attrezzature progettate per automatizzare vari aspetti della vendita al dettaglio di prodotti alimentari, tra cui l’evasione degli ordini e il checkout.

Andiamo a vedere un approfondimento sull’argomento : Save Mart prevede di testare inizialmente la capacità dei robot Tally, cioè quella di monitorare gli scaffali per assicurarsi che gli articoli siano in stock e nel posto giusto nel negozio. Più tardi, il droghiere potrà testare un software che analizza i dati raccolti dai dispositivi per fornire informazioni sull’inventario di un negozio che può migliorare i livelli di scorte, aumentando le vendite in negozio e nell’e-commerce, secondo il comunicato stampa. I robot, che secondo Simbe possono scansionare fino a 30.000 prodotti in un giorno attraversando le corsie di un negozio e aiutare i rivenditori a ridurre gli esaurimenti delle scorte di quasi un terzo, liberano anche il personale del negozio per gestire altri ruoli, come lavorare con i clienti, ha osservato l’azienda tecnologica.

La decisione di Save Mart di impiegare la tecnologia di Simbe segue la decisione dello scorso autunno di Schnuck Markets, che utilizza i robot Tally dal 2017, per espandere il numero dei suoi negozi in cui opera i dispositivi.  Anche Giant Eagle ha testato i robot Tally ed anche i rivenditori in Europa, Medio Oriente e Asia stanno usando i robot Tally, secondo Simbe. A febbraio, Simbe ha detto che il cliente Majid Al Futtaim, che gestisce negozi sotto la bandiera francese Carrefour negli Emirati Arabi Uniti, ha ampliato il suo uso della tecnologia a una dozzina di località. In ottobre, Simbe invece ha introdotto una nuova versione del suo dispositivo che dice essere più preciso e durevole del modello che ha sostituito. Il robot aggiornato dispone di telecamere più avanzate che possono mettere a fuoco automaticamente e hanno una migliore percezione della profondità, permettendo all’unità di leggere i dettagli dei prodotti come i codici a barre da più lontano rispetto al suo predecessore.

Gli operatori dei supermercati stanno esplorando gli usi della tecnologia di Simbe, mentre l’industria alimentare approfondisce l’uso dell’automazione per migliorare l’efficienza e accelerare il servizio. A settembre, Save Mart ha schierato una flotta di piccoli robot forniti da Starship Technologies per consegnare generi alimentari dal suo negozio di alimentari di punta a Modesto. I dispositivi possono trasportare ciascuno circa 20 libbre di prodotti e fare viaggi di andata e ritorno fino a 4 miglia. Starship gestisce anche veicoli di consegna robotici nei campus universitari.

Inoltre in questa settimana , Choice Market ha debuttato con un sistema basato su telecamere, in un negozio di Denver che permette agli acquirenti di uscire con gli acquisti senza fermarsi alla cassa. Sempre la settimana scorsa, Kroger ha presentato ufficialmente la sua rete di magazzini di consegna online alimentati da robot, che è stata in sviluppo per più di tre anni. Le strutture ad alta velocità, costruite dalla società di robotica alimentare Ocado, con sede nel Regno Unito, sono destinate a tagliare i costi e ad aumentare i margini di e-commerce per l’operatore di supermercati.