fbpx

 

Nel maggio 2020, l’azienda tedesca Gorillas ha lanciato un nuovo modello di business denominato “consegna rapida di generi alimentari“. Invece di consegnare la spesa in ore o giorni, Gorillas ha creato un modello che utilizza piccoli punti vendita chiamati “dark store” per conservare i prodotti più richiesti e ridurre il tempo di consegna a soli 15 minuti. Ecco come funziona: All’interno dei dark store, i soci di Gorillas evadono manualmente gli ordini di generi alimentari ricevuti attraverso l’app dell’azienda. A causa del piccolo numero di prodotti, prelevare i prodotti dagli scaffali per soddisfare un ordine richiede meno di cinque minuti.

Una volta completato l’ordine, i restanti 10 minuti permettevano a un altro socio Gorillas di consegnare l’ordine al cliente in bicicletta. Gorillas non ha solo avviato una società, Gorillas ha creato un movimento. L’industria della consegna rapida di generi alimentari è cresciuta rapidamente, guidata da Getir, DoorDash, Buyk e Gopuff; ognuno è un concorrente di Gorillas. Lo scopo principale di ogni azienda di consegna rapida di generi alimentari, è quello di consegnare generi alimentari in 15 minuti o meno.

Grandi e piccoli investitori istituzionali sono convinti che la consegna rapida di generi alimentari sia la prossima grande invenzione che resterà negli annali, e così hanno investito oltre 14 miliardi di dollari (paywall) nel settore dal 2020. Gorillas da solo ha raccolto oltre 1 miliardo di dollari ed è valutato 3,1 miliardi di dollari.

Quello che sembrava essere un modello di business inarrestabile, tuttavia, ha iniziato a incorrere in una miriade di problemi che stanno sollevando preoccupazioni sul futuro della consegna rapida di generi alimentari e aziende come Gorilla.

Nelle ultime settimane, l’industria della consegna rapida di generi alimentari è finita sotto il fuoco dei funzionari della città e dello stato che si lamentano del numero di negozi scuri che vengono aperti in tutta la città, il numero di corrieri in bicicletta che consegnano generi alimentari e l’impatto negativo che le app di consegna rapida di generi alimentari stanno avendo sulle migliaia di bodegas che operano in città. Molti funzionari vogliono cambiare le leggi di zonizzazione per ridurre al minimo la capacità delle aziende di consegna rapida di generi alimentari di competere. Altri funzionari vogliono vietare del tutto le società di consegna rapida di generi alimentari. Non sono sorpreso dal pushback, e quando scrivo sulle aziende di consegna di generi alimentari, mi sono precedentemente riferito a New York City come “Il cimitero degli imperi” a causa delle difficili condizioni di consegna in città.

Ad esempio, la società di consegna rapida di generi alimentari Jokr, che ha raccolto altri 260 milioni di dollari di capitale nel dicembre 2021, ha registrato perdite eccessive operando a New York City. L’anno scorso, Jokr ha riferito di aver perso una media di 159 dollari per ogni ordine evaso. Per mettere questo in prospettiva, immagina che un cliente faccia un ordine per cinque articoli per un totale di 30 dollari. Jokr compra la loro spesa all’ingrosso e poi vende i prodotti ad un prezzo più alto. Supponiamo che Jokr abbia generato cinque euro di profitto sulla vendita degli alimentari.

Tuttavia, a causa degli alti costi operativi di gestione del business (lavoro, affitto, utenze, ecc.) e i costi di marketing per cercare di acquisire clienti, così come il basso numero di ordini ricevuti su base giornaliera, Jokr non ha guadagnato alcun profitto effettivo sull’ordine. Invece, Jokr ha perso 154 euro sull’ordine. 159 euro- 5 euro = 154 euro . Jokr non è l’unica azienda di consegna rapida di generi alimentari che perde soldi. Non ho mai visto un modello di business più inefficiente, non redditizio e insostenibile della consegna rapida di generi alimentari. Senza grandi cambiamenti al modello, non credo che l’industria della consegna rapida di generi alimentari possa sopravvivere.

La più grande sfida del settore delle consegne rapide di generi alimentari è che il bisogno di velocità può deliziare i clienti, ma sta uccidendo l’efficienza operativa all’interno del modello di business. Nell’esaminare le tecnologie dei centri di micro-fulfillment, non ho trovato nessuna soluzione automatizzata o robotica che possa scegliere tra 2.000 prodotti per soddisfare un ordine in cinque minuti, dando così ai corrieri 10 minuti per andare dal cliente e fare la consegna.

Ciò che è interessante, tuttavia, è che se le aziende di consegna rapida di generi alimentari prendessero la decisione di offrire solo consegne di una o due ore, si potrebbero aprire tutti i tipi di opportunità per migliorare l’efficienza, ridurre i costi e deliziare ancora i clienti con consegne coerenti e veloci. Per esempio, uno dei migliori investimenti che possono essere fatti dalle aziende di consegna rapida di generi alimentari è l’installazione di sistemi di micro-fulfillment all’interno dei magazzini per automatizzare la maggior parte dei processi richiesti per soddisfare gli ordini di generi alimentari online. Un ulteriore vantaggio dell’automazione è che fornisce alle aziende di consegna rapida di generi alimentari la possibilità di aumentare il numero di prodotti che offrono ai clienti. A seconda del centro di micro-fulfillment selezionato, le società di consegna rapida di generi alimentari possono offrire 30.000 o più prodotti ai clienti.

Il mio consiglio è di selezionare sempre un sistema di micro-fulfillment con le velocità di prelievo più elevate e uno che abbia la capacità di contenere un minimo di 15.000 prodotti. Un’ovvietà nell’industria alimentare è che se ai consumatori vengono offerti più prodotti, essi acquisteranno più prodotti quando fanno acquisti online, e ci vorrà più tempo per soddisfare i loro ordini anche con l’automazione. Ecco perché rallentare la promessa di consegna è così importante. Oltre all’automazione, incoraggio fortemente le aziende di consegna rapida di generi alimentari a collaborare.

Infatti, credo che senza collaborazione, l’industria della consegna rapida di generi alimentari avrà difficoltà a scalare. C’è un movimento crescente in paesi, città e stati per vietare l’uso di negozi oscuri. Sulla base della mia ricerca, è concepibile che negli Stati Uniti, 10.000 o più negozi al buio saranno necessari per soddisfare la domanda dei clienti per la consegna rapida di generi alimentari, questo numero è impressionante. Credo che la soluzione ottimale sia che le aziende di consegna rapida di generi alimentari collaborino per utilizzare gli stessi negozi al buio per soddisfare la domanda.

Collaborare ridurrà il numero di negozi necessari e renderà più facile per l’industria introdurre l’automazione. Quello che è certo è che lo status quo non può rimanere. Per come la vedo io, affinché l’industria della consegna rapida di generi alimentari sopravviva, dovrà trasformarsi e rallentare.